11 settembre 2007

Ombre dal passato...

C'era una volta ST-PIC... O sarebbe meglio dire: c'erano una volta le BBS!

Erano i primi anni '90, Internet (perlomeno in Italia) era ancora una cosa da università americana, e noi smanettoni ci divertivamo con i nostri modem, connettendoci alle BBS.

Si trattava in pratica di piccole banche dati, rigorosamente testuali (con poche eccezioni), alle quali ci si connetteva con una chiamata telefonica diretta, e si accedeva principalmente ad un archivio di files e ad una message board.

Soprattutto nei principali distretti urbani (Roma e Milano) erano attive decine e decine di BBS, ognuna specializzata in qualche tipo di argomento: hacking, Amiga, Apple, PC, sesso....

Si può dire che erano le antenate degli attuali siti Web amatoriali, dove un web master (all'epoca: Sysop) preparava un computer (Amiga, MS-Dos...), tirava su le sue belle paginette, metteva un forum, e soprattutto vi dedicava una linea telefonica.

Eh sì, il dramma era questo: per ricevere i collegamenti la BBS aveva bisogno di una linea telefonica dedicata. In pratica chi voleva connettersi, non doveva fare altro che aprire un programma di terminale (un antenato dei browser), comporre il numero di telefono della BBS e collegarsi.

Questo significava che il numero massimo di utenti connessi ad una BBS era pari al numero di linee dedicate (solitamente una!), e che soprattutto negli orari di punta (la sera) trovare la linea libera sulle BBS "buone" era un dramma. Qualcuno ricorreva a trucchetti come chiamare il numero SIP "Chiamata urbana urgente" per far cadere la linea all'utente connesso, ma con l'introduzione dei modem a correzione d'errore non funzionava più tanto bene....

Questa lunga premessa a cosa ci porta? Al fatto che scavando nell'hard disk del mio vecchio Amiga 4000 ho scovato un log di messaggi di una delle mitiche BBS della "scena Romana": ST-PIC (spero si scrivesse così).

Questa BBS era frequentata principalmente da amighisti, e in particolare era un punto di ritrovo dei programmatori Amiga Romani che all'epoca si scambiavano info e flames.

Tra questi ovviamente c'era anche il sottoscritto e, va aggiunto, eravamo tutti dei ragazzini. Pertanto i messaggi sono zeppi di insulti gratuiti, "cazzate varie", ma anche spettacolari discuisizioni tecniche, su linguaggio macchina e registri di sistema, il che fa doppiamente impressione oggi, sia per la complessità di alcuni argomenti sia per l'età dei partecipanti, princialmente sedicenni!

Nell'attesa di "sbobbinare" un po di questo materiale, e pubblicarlo su questo blog, posto qui di seguito il banner di un'altra BBS, meno mitica dal punto di vista della programmazione, ma sicuramente storica nel panorama delle BBS di Roma: Franz BBS. Anche questo è un pezzo di storia, quasi archeologia, informatica. Mi è capitato tra le mani, come un polveroso cimelio, e ho pensato di pubblicarlo.

Franz BBS Roma

3 commenti:

Davide Pasca ha detto...

Madre de dios !!!
..Mi arrivo' voce di questa tua scoperta 8)

Mi chiedo se percaso non ci sia anche qualche file.. magari la mia demo tipo Power Drift che vorrei tanto riesumare dai miei floppies che hanno ormai quasi 20 anni !!!

Francesco ha detto...

Ciao Fabrizio, sono il SysOp -o meglio l'ex-sysop- di FranZ BBs... Ho avuto un nostalgico sussulto rivedendo quel banner. Quanti ricordi, non solo programmatori, abbinati indelebilmente a quella fantastica macchina (resuscitato con le mie mani lo scorso anno)che e' qui vicina a me e collegata al router adsl della mia stanza (e su cui e' sempre installato il glorioso DLG Pro). Insieme a due portatili e ad un athlon. Volevo ringraziarti davvero per la menzione.

Io... Azucen... il Girasole... ha detto...

Frenguzzio! sei un mito...



Karim